Ritorna Home Page
                                                    

                          

                      Breve riepilogo con foto webcam e quota approssimativa della neve caduta
                              nel semestre invernale 2016/17 sulle montagne a nord di Gorizia 



panorama

Precisazione importante: per quanto riguarda la quota neve ed i quantitativi che segnalo qui sotto la valutazione è fatta in base alle foto ed alla mia esperienza e non su dati certi o misurati sul posto se non specificati.



20 ottobre 2016,
Prima nevicata della nuova stagione 2016/17 sulla Selva di Tarnova. Nel pomeriggio/sera del giorno 20 ottobre sopra i 1.200/1.250 metri c'è stata una nevicata di qualche centimetro come testimonia questa bella foto di Carlo Bregant. 

selva di tarnova
                                     22 ottobre: Residui della nevicata sulle cime della Selva di Tarnova del giorno 20 ottobre (foto Carlo Bregant)





7-8 novembre 2016,
Spruzzata di neve nella nottata. Si è trattata solo di una spolverata sui 1.000 metri, qualche centimetro in più sulle cime.





9-10 novembre 2016,
Nevicata nella notte di 2-3 cm sopra i 900 metri

lokvelokve
Lokve 965 mt. - 9 novembre: un momento della nevicata verso le 23:40 e nella foto a fianco il paesaggio la mattina seguente





12 novembre 2016,

Nel pomeriggio di ieri buona nevicata di 10/15 centimetri circa sopra i 1.200 metri (1a foto) mentre nella notte la neve è scesa fino ai 900 metri, ma si è trattato solo di una spruzzzata come si vede dall'immagine qui sotto di Lokve 965 mt. (2a foto)


paesaggio
 
                   Buona nevicata sopra i 1.200 metri. Vista da Gorizia della Selva di Tarnova: al centro il monte Bucovizza (Veliki Bukovec) 1.445 mt.



lokve
                                   Solo una leggere spolverata di neve a Lokve 965 mt.








12-13 gennaio 2017,
Importante episodio di maltempo tra il giorno 12 e 13 gennaio. Dopo giornate di intenso freddo c'erano tutte le premesse per un episodio con neve abbondante specialmente sulla Selva di Tarnova, vediamo come è andata realmente:

12 gennaio: 
In tarda mattinata prime deboli precipitazioni a Gorizia, per lo più piccoli pallini di ghiaccio che nel corso del pomeriggio si sono trasformati in pioggia nonnostante la temperatura rimaneva attorno allo zero gradi. La pioggia però cadendo su un terreno molto freddo ghiacciava innescando il famoso e molto temuto fenomeno del gelicidio. Il pericolo, specialmente per gli automobilisti, è cessato in tarda serata quando la temperatura è salita ben sopra lo zero e sono aumentate le precipitazioni.
Discorso diverso naturalmente per la montagna dove nel pomeriggio è iniziato a nevicare, prima debolmente poi in serata con una certa intensità come si può vedere dall'immagine delle ore 22 qui sotto ai 965 metri d'altezza di Lokve 

lokve

13 gennaio: Durante la notte però anche in montagna il progressivo aumento della temperatura ha trasformato la neve in pioggia fin sopra i 1.000 metri di quota come si può vedere qui sotto sempre dalla stessa località di Lokve il mattino del giorno 13


lokve 

Nel pomeriggio del giorno 13 il passaggio del fronte freddo ha riportato la neve progressivamente a quote sempre più basse fino a sfiorare la pianura e Gorizia. In realtà la neve è arrivata anche in pianura ma solo nelle zone costiere della nostra provincia come a Monfalcone e Ronchi dei Legionari dove sono caduti 1/2 cm di neve.
Vediamo approssimativamente gli accumuli a fine evento nel circondario di Gorizia:
tra i 230 e sotto i 300 metri solo una spruzzata
tai i 300 metri e i 450 metri: 3/4 cm
sopra i 450 metri: 10 cm.
sopra i 900 metri: 15/20 cm.



sabotino   calvario
Il Sabotino (609 metri foto a sinistra) rappresenta bene la quota neve di questo evento: spruzzata poco sopra i 200 metri mentre sopra i 400/450
metri si nota un buon innevamento, una decina di centimetri circa. Sulla destra la foto del monte Calvario (240 metri) con una leggera spruzzata solo sulla cima.







31 gennaio - 6 febbraio 2017,
Peggioramento molto intenso in questi 7 giorni con accumuli superiori ai 150 mm di pioggia a Gorizia e probabilmente vicini ai 200 mm sulla Selva di Tarnova dove, se non alle quote più alte, a quasi sempre piovuto.
Riepilogo:
31 gennaio: neve solo in quota sopra 1.250/1.300 metri
  1 febbraio: neve probabile solo sulle cime più alte
2-3 febbraio: pioggia a tutte le quote
  4 febbraio: in giornata progressiva diminuzione della quota neve fino a 900 metri con un paio di centimetri a Lokve e probabilmente 10/15 cm sopra i 1.250/1.300 metri.
  5 febbraio: precipitazioni dal pomeriggio e durante la notte. Inizialmente neve sopra i 1.100/1.200 metri poi nella notte pioggia a tutte le quote.



lokve
5 febbraio: ecco l'unico accumulo di questo peggioramento nella località di Lokve 965 mt. Solo un paio di centimetri caduti la sera prima.


Tante precipitazioni ma poca neve. Nonostante i grossi apporti deve aver piovuto molto anche sulle cime più alte visto che non sembra esserci tanta più neve di quella che c'era prima del peggioramento iniziato il 31 gennaio.

Selva
                         Uno scorcio della Selva di Tarnova il 7 febbraio da Gorizia.
Si vede neve sopra i 1.200/1.250 metri, solo in cima alla Bucovizza 1.447 metri, sulla destra della foto, si nota un buon innevamento.






11 febbraio 2017,

Breve peggioramento nella notte con accumulo di neve sopra i 800/850 metri. Non più di 2/3 cm come si vede qui sotto dalla webcam di Lokve a 965 metri d'altezza


lokve   lokve







25 febbraio 2017,

Buona nevicata nella notte su tutta la Selva di Tarnova dai 700/750 in su. 5/6 centimetri sono caduti attorno gli 800 metri, 10/15 cm sui 1.000 metri e 20/25 cm sopra i 1.200 metri.

lokve   lokve
Lokve la mattina del 25 dopo la nevicata della sera precedente e a fianco il giorno dopo, domenica 26, con qualche sciatore sulle piste.



golak   kucelj 1.237
Al centro sullo sfondo il monte più alto della Selva di Tarnova: il Mali Golak                  Leggermente sulla destra della foto la caratteristica chioma del monte Kucelj   
con i suoi 1.495 metri d'altezza.                                                                                    1.237 metri d'altezza      








1 marzo 2017,
Dopo la pioggia a tutte le quote del giorno prima (28 febbraio) nella notte ma sopratutto nel primo mattino drastico calo della quota neve fin ai 700/750 metri e, senza accumulo, anche a quote inferiori.


lokve    lokve
Lokve 965 mt. ore 6:20 durante la bufera del primo mattino e a fianco dopo le ore 8 quasi al termine della precipitazione nevosa stimata in circa 10/12 cm. Qualche centimetro in più 15/20 alle quote più alte.                                   





2 tra le più alte cime della Selva di Tarnova viste da Gorizia il 1 marzo dopo le nevicate del primo mattino:
panorama
 più a sinistra della foto il monte Veliki Bukovec 1.445 mt. (Monte Bucovizza) e più sulla destra il monte Mrzovec 1.410 mt. (Monte Frigido)







6 marzo 2017,
Nella serata del 5 marzo solo qualche centimetro di neve sopra i 1.300/1.350 metri



18 aprile 2017,
Ultima nevicata della stagione 2016/17 sui monti della Selva di Tarnova. La nevicata è scesa fino alla quota di 800/900 metri imbiancando, come si vede dalle foto qui sotto, anche la cittadina di Lokve 965 mt. Si è trattata, sotto i 1.200 metri, di poco più di una spruzzata mentre alle quote più alte sono caduti diversi centimetri di neve.


lokve   lokve
Lokve 965 metri: un momento della bufera di neve la mattina del 18 aprile. A destra il giorno seguente con i residui della nevicata, si notano le pozzanghere ghiacciate.



Qui sotto ho riportato la tabella del riepilogo delle nevicate presa dal sito: http://www.lokve.si/sneg.html  della località di Lokve (Slovenia) 965 metri centro principale  della Selva di Tarnova (aggiornate a febbraio 2017). Le misure sono approssimate ai 5 centimetri e danno una buona idea sull'innevamento di questi ultimi anni.

riepilogo neve




Neve montagne stagione 2015/16

Neve montagne stagione 2014/15

Neve montagne stagione 2013/14

Neve montagne stagione 2012/13

Neve montagne stagione 2011/12


Ritorna Home page