RITORNA HOME PAGE
 
                   
Dati Capannina Meteo Localita Visintini - Comune Doberdò del Lago (GO) mt. 35





maggio 2021





 Mesi  precedenti:


  Dicembre 2018
  Gennaio 2019
  Febbraio 2019
  Marzo 2019
  Aprile 2019
  Maggio 2019
  Giugno 2019
  Luglio 2019
  Agosto 2019
  Settembre 2019
  Ottobre 2019
  Novembre 2019
  Dicembre 2019
  Gennaio 2020
  Febbraio 2020
  Marzo 2020
  Aprile 2020
  Maggio 2020
  Giugno 2020
  Luglio 2020
  Agosto 2020
  Settembre 2020
  Ottobre 2020
  Novembre 2020
  Dicembre 2020
  Gennaio 2021
  Febbraio 2021
  Marzo 2021
  Aprile 2021




Archivio forum Meteotriveneto: prime osservazioni e commenti Località Visintini autunno 2008:
http://www.meteogo.it/doline/viewtopic.php-f=25&t=16698.htm       

 Monitoraggio sperimentale dei siti più freddi del Triveneto:    
 http://doline.meteotriveneto.it/








Alcune foto del giorno 20 dicembre 2009

 nella notte è stata registrata la temperatura minima di questi ultimi anni con  –22.6°
















ingrandimentoingrandimento ingrandimento







Il freddo alle porte di casa:

Località Visintini comune di Doberdò del lago (Go) 35 metri s.l.m.


A pochi chilometri da Gorizia, lungo il "Vallone", la statale che attraversando il carso goriziano porta verso Monfalcone e Duino si incontra sulla destra la località di Visintini. La sua particolare posizione geografica all'interno di un ampia radura e contornata da pendici carsiche non troppo elevate favorisce l'accumulo di aria fredda nelle ore notturne che rimanendo intrappolata al'interno di questo grande bacino diventa con il passare delle ore via via più fredda raggiungendo temperature molto più basse rispetto alle zone circostanti soggette al contrario ad un rimescolamento dell'aria.
Dal dicembre 2008 rilevo la temperatura giornaliera ogni 15 minuti e qui sotto ho cercato di riassumere in un grafico l'andamento di questi ultimi 12 inverni focalizzandomi su quella che è la caratteristica più interessante di quest'area cioè le basse temperature che si registrano di notte/primo mattino.

 –  Guardando il grafico partiamo dalla linea blu in alto quella della temperatura minima assoluta. Vediamo che in 2 occasioni siamo scesi oltre i 20 gradi sotto zero, precisamente il 20 dicembre 2009 con –22,6° ed il 19 dicembre dell'anno successivo con –20,8°. In queste 2 occasioni però il suolo era innevato favorendo la minima così bassa. Senza suolo innevato il 7 gennaio 2017 abbiamo toccato i –19,5° valore notevole vista l'assenza di neve. Al contrario si possono notare 2 inverni "caldi" consecutivi: il 2013/14 e 2014/15 con minima attorno ai "solo" –12 gradi come è successo anche in questo ultimo inverno 2019/20 !!
 –  Sotto la linea blu c'è quella rossa che rappresenta la media delle 30 minime  più basse di tutto il semestre invernale, quindi eventualmente compresi anche i mesi di  novembre e marzo (teoricamente potrebbero entrarci anche ottobre e aprile ma più difficile). Ho preso come riferimento 30 giorni perchè sono esattamente quelli che mediamente si presentano nell'arco dell'inverno con cielo prevalentemente sereno.
Con questo parametro si vede meglio l'andamento complessivo della temperatura in questi ultimi anni: più freddi i primi anni dove la media si aggirava attorno ai 12 gradi sotto lo zero. Dopo l'inverno 2012/13, che fa un pò da spartiacque, c'è un assestamento delle medie sui 10 gradi sotto lo zero, fa eccezione solo il 2016/17 che è stato favorito però dall'alto numero di giornate prevalentemente soleggiate, ben 48, nettamente superiore alla media degli altri anni. Infatti se osserviamo il confronto con il 2010/11 notiamo la netta differenza di giornate serene: 28 nel 2010/11 contro le 48 del 2016/17 quindi quest'ultima con una potenzialità nettamente maggiore.
 –  In giallo chiaro è rappresentata la media delle temperature minime di tutti i 90 giorni invernali dal 1° dicembre al 28 febbraio. A differenza dei primi 2 grafici, in questo caso, incidono anche le giornate con cielo nuvoloso/coperto. Anche qui però si nota un trend al leggero rialzo rispetto ai primi anni di osservazioni.
Un confronto ad esempio: a parità di giornate con cielo sereno nel 2011/12 la temperatura media delle minime è stata di –6,9° mentre nel recente 2018/19 di –5,3°, la differenza è notevole !!
 –  Le barre verde scuro rappresentano il numero di giorni in cui la temperatura è scesa oltre i 10 gradi sotto lo zero nell'arco del semestre invernale. Anche qui si nota il trend in discesa con la solita eccezione del 2016/17. Da notare che in questi 12 inverni abbiamo toccato ben 223 volte la temperatura di – 10°  mentre a Gorizia neanche una volta, non solo in questi ultimi 12 inverni ma da almeno 32 inverni !!
 –  Con le barre con i contorni solo tratteggiati sono rappresentate le giornate con cielo prevalentemente sereno, il numero in alto a sinistra della stessa barra è il numero di giornate soleggiate. Per quanto non l'ho voluto evidenziare troppo nel grafico questo dato è importante perchè la sua incidenza è fondamentale per interpretare meglio l'andamento corretto delle temperature. Consideriamo infatti che in una notte con cielo coperto la temperatura minima è simile a quella che si registra a Gorizia mentre con cielo sereno le differenze sono notevolissime.      

visintini
a sinistra è riportata la scala delle temperature a cui fanno riferimento tutti i grafici in linea
a destra la scala dei giorni a cui fanno riferimento tutti i grafici a barra





Riepilogo dei dati del grafico riportato qui sopra con la comparazione degli stessi dati registrati invece a Gorizia

riepilogo confronto
da notare come diminuisce il divario tra la media delle temperature dei 30 giorni più freddi che raggiunge gli 8,7° di differenza a quelle dove vengono calcolate tutte le giornate invernali dal 1° dicembre al 28 febbraio che si ferma a 5,8° questo perchè in questo secondo caso entrano nella media anche i giorni con cielo nuvoloso/coperto. In una nottata con cielo completamente coperto la differenza di temperatura tra le 2 stazioni è praticamente nulla.





grafico dimostrativo               

confronto graficoGrafico solo dimostrativo della notevole differenza tra le temperature minime di Gorizia e di Visintini. Il grafico a sinistra è quello che ho postato già all'inizio dell'articolo solo più in piccolo ed ho affiancato quello di Gorizia applicando gli stessi parametri quindi con la stessa scala della temperatura a sinistra e dei giorni a destra. A colpo d'occhio sono notevoli le differenze, oltre a scomparire la colonna dei –10° anche le varie linee delle temperature sono molto più basse con quella della media delle minime notturne di tutto l'inverno (linea gialla) addirittura che scompare per alcuni anni. (aggiornato all'inverno 2018/19)


 




Confronto temperature stazione meteo di Gorizia e Loc.Visintini tra gli anni 2009 e 2020


                                                   confronto temperature tra Gorizia e Loc. Visentini


RITORNA HOME PAGE